Skip to content

ZSSRZADKOWO.INFO

Zss Rzadkowo Blog

SCARICARE ARDUINO CONTROLLO BATTERIA


    Salve amici, in questo breve tutorial costruiremo un circuito con Arduino in grado di visualizzare lo stato di una batteria con tre led, verde. Salve, io ho realizzato quest'impianto: 1) caricabatteria per batteria al piombo di 4 amper, (riconosce carica completa e si stacca già da a se). Progetto n Controllo carica batteria con Arduino! 10, dove andremo a misurare se 1 pila stilo sarà carica, scarica o abbastanza carica. con Arduino che possa verificare lo stato di salute di una batteria verificandone resistenza interna, la capacità residua (facendo dei cicli di carica/scarica). Sicuramente ci sono altri controlli che si possono fare attendo le. Il codice da scrivere e il circuito da realizzare sono molto semplici, avremo bisogno di Arduino, di una batteria (non superiore a 5V) e di un paio di cavetti.

    Nome: arduino controllo batteria
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file:64.62 Megabytes

    In questo articolo, dopo una trattazione introduttiva sulle diverse tipologie di batterie ricaricabili e sulle tecniche di ricarica, vedremo come utilizzare in pratica questo componente. La diffusione di dispositivi mobili in particolare nei settori delle comunicazioni, dei dispositivi multimediali e dei PC, ha comportato lo sviluppo di sistemi di batterie ricaricaribili o meglio, accumulatori con prestazioni sempre migliori in termini di capacità erogabili e di tempi di ricarica.

    Negli anni si sono andate via via diffondendo diverse tecnologie di batterie ricaricabili, le più comuni delle quali sono le seguenti:. Nella tabell a 1 sono riportate alcune delle caratteristiche distintive delle categorie suddette di batterie. Attualmente le batterie SLA sono relegate ad usi particolari ad esempio negli UPS a causa del loro peso elevato, mentre le batterie al Ni-Cd sopravvivono in certe applicazioni, come nel modellismo, grazie alla loro capacità di erogare correnti di scarica molto elevate.

    Nel seguito esamineremo pertanto i metodi di ricarica delle sole batterie Ni-MH ed al Litio. Le tecniche di ricarica delle batterie sono distinguibili in base ai tempi di ricarica in tre categorie:. Nel seguito analizzeremo alcuni metodi di ricarica avanzati per le batterie Ni-MH ed al Litio.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Registrati Accedi. MakerFaire: Ardufonino 1.

    Scarica l'articolo in formato PDF. Post Views: 8.

    MakerFaire: Tooteko, talking tactile. MakerFaire: Arduino Materia , primo contatto. Lascia un commento Annulla risposta Devi essere connesso per inviare un commento.

    Con valori di resistenza molto bassi, è necessario tenere in considerazione la RdsON del mosfef. Il primo che mi viene in mente è il 12f che ha appunto tre pwm hardware indipendenti con 10bit di risoluzione e lavora tranquilamente oltre i 40kHz. Ho bisogno di un minimo di strumento per testare batterie al piombo, di taglia non grossa.

    Per avere la resistenza di shunt i paralleli dovranno essere 2 in serie, 5x2,2 Ohm in serie ad un gruppo di 5x0,22 Ohm shunt , in modo da avere la possibilità di dissipare gli ipotetici W massimi; le resistenze a questo punto avranno i valori di 0,44 e 0, Ohm, 0,48 Ohm totali. Potresti prevedere uno shunt formato da 2 o 3 resitori in serie con possibilità di cortocircuitarli in funzione della corrente che vai a misurare.

    Per adesso a livello circuitale ci siamo capiti, devo mettere insieme il codice, farlo funzionare accendendo un led con il segnale pilota, e poi mettere a punto il circuito; per ora stavo guardando clock e prescaler, anzi ti faccio una domanda: se la resistenza è regolata dal duty cycle, cosa implica avere la modulazione a 6 KHz piuttosto che a 20KHz, siamo comunque in entrambi i casi abbastanza veloci, o sbaglio?

    Quale sarebbe la differenza sostanziale?

    MakerFaire: Ardufonino 1.0 il cellulare italiano Open Source

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account. Paste as plain text instead. Only 75 emoji are allowed.

    Display as a link instead. Clear editor. Upload or insert images from URL.

    Hai letto questo? SCARICA DATI BRYTON 310

    Scaricatore a corrente costante By attiliovolpe, April 11, in Elettronica generica. Reply to this topic Start new topic.

    Battery Monitor

    Prev 1 2 Next Page 1 of 2. Recommended Posts. Report post. Posted April 11, Share this post Link to post Share on other sites. Io vorrei max 24V e corrente fino ad una decina di ampere Quote. Livio Orsini. Fermo restando quanto detto sopra da g.

    Fare attenzione che se la batteria è calda non si raggiungerà mai questo valore. Se la scolleghi dal circuito e dopo qualche tempo misuri la tensione, noterai che si sarà portata sotto i 13 volt, 12,,8 puoi verificare nel tempo quanto la tensione diminuisce con un carico, attenzione a non scendere sotto gli 11 volt pena il danneggiamento irreversibile.

    Questo è tutto quello che posso dirti a grandi linee per esperienza diretta, spero di essere stato sufficientemente chiaro. Ciao, Pino. Ciao a tutti, riprendo l'argomento dell'autunno scorso perché in questi giorni ho a che fare nuovamente con queste cose.

    Ho qualche batteria in magazzino, recuperate da impianti dismessi e, grazie anche a EP, ho imparato a ricaricarle periodicamente prima che la loro tensione vada troppo giù.

    Test e Ricarica delle batterie alcaline

    Prima di un eventuale riutilizzo, potrebbe essere valido questo sistema per stabilirne l'efficienza o meno o, per esempio, è troppo piccolo il carico? Oppure è il metodo a non essere affidabile? Sempre grazie per il vostro aiuto e Buon Ferragosto a tutti. Grazie per la vostra disponibilità e ciao a tutti.